Home

Formazione ed eventi
a cura della Direzione del sito


Panorama sanitario
a cura di Adriano Tagliaferri


Notizie dal mondo
a cura di.Adriano Tagliaferri

social network



 



 

Momenti del Congresso Nazionale PDF Stampa E-mail
Scritto da SCHETTINO PIETRO   
Martedì 25 Ottobre 2011 19:10

Padova Policlinico Universitario dal 29 settembre al 1 ottobre 2011.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Maggio 2012 03:28
 
CRONACA VIII CONGRESSO ISSE PALERMO PDF Stampa E-mail
Scritto da tagliaferri   
Mercoledì 10 Novembre 2010 13:20

L’VIII Congresso Nazionale dell’ISSE, International Meeting of Surgical Endoscopy, si è svolto a Palermo dal 28 al 30 ottobre 2010.

 

Il rendere conto degli eventi al termine di un Congresso benchè possa apparire un atto formale o rituale rappresenta il doveroso momento per rendere grazie al grande impegno degli organizzatori , in questo caso ai Proff. Carmelo Sciumè e Giuseppe Modica ed ai loro Collaboratori, cui si deve attribuire il grande successo dell’evento.

 Esponenti dell' Endoscopia Chirurgica, provenienti da tutt' Italia e dall’estero sono stati i protagonisti dell’assise palermitana.

La serata inaugurale del Congresso si è aperta con il saluto del Presidente della Regione Sicilia On. R. Lombardo, che ha brevemente inquadrato il ruolo della sanità nell’ottica del difficile momento socio-economico nazionale e locale.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 15 Novembre 2010 10:28
Leggi tutto...
 
VIII Congresso Nazionale ISSE Stampa E-mail
Mercoledì 01 Settembre 2010 13:27

International Meeting of Surgical Endoscopy
Convegno Nazionale ANOTE – ANIGEA

Il congresso si terrà a Palermo dal  28 al 30 Ottobre 2010, presso l'Hotel Wagner sito in via Via R. Wagner 2

 

società di Servizi di Banu Eren
Via Teosebio 35 - 00124 - Roma
cell. 3475905830 | e-mail:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Leggi tutto...
 
Fede o ateismo? Riflessioni sul Cristo di Sirio Cavallini al Cimitero delle Porte Sante a Firenze PDF Stampa E-mail
Scritto da luca esposito   
Martedì 28 Settembre 2010 15:30

di Luca Bandettini
Fermatevi a guardare questo “ uomo “crocifisso che si trova nel Cimitero delle Porte Sante a Firenze.
Puoi credere o no , ma non  puoi fare a meno di fermarti a riflettere e domandarti : è veramente  il figlio di Dio ? Il primo pensiero è che lo scultore è riuscito a materializzare la sofferenza inferta e patita da questo Uomo per invidia e ignoranza, miscela micidiale che fa esplodere la mente umana liberando incontrollata la sua malvagità
Tante volte ho guardato quel crocifisso. Sono rimasto colpito dalla trasfigurazione del suo volto e del suo corpo,segnato,solcato,corroso deformato, tanto che le sue fattezze vengono solo intuite.
E’ un uomo sofferente non solo perché in quel momento si trova inchiodato sulla croce ,ma perché la sua sofferenza viene da lontano dalle stagioni infinite del tempo.
Dentro i lunghi solchi e gli anfratti del suo corpo si nascondono i tizzoni ardenti del dolore provocato dalla miseria morale dell’uomo, e carbonizzano il suoi corpo ,che come una candela va consumandosi spandendo lacrime di cera fino a ripiegarsi su se stessa. A vedere quel corpo ho la sensazione che sia stato crocifisso un uomo già morto.
Però in questo tragico contesto ,in questa triste e dolorosa visione, c’è qualcosa che fa sperare: la croce non è la classica croce,ma è fatta da due pali divergenti dal basso verso l’alto. C’è l’anelito dell’uomo verso il cielo, c’è il desiderio di sublimarsi, di tornare verso il Padre , e se il Padre esiste quell’Uomo non è morto invano. 

Leggi tutto...
 
Narrano le cronache ... PDF Stampa E-mail
Scritto da luca esposito   
Martedì 28 Settembre 2010 15:26

di Adriano Tagliaferri
Dobbiamo alla splendida penna di Maria Bellonci e alla sua profonda conoscenza dei Gonzaga se ci è stato tramandato un ammonimento che il Filelfo, uno dei precettori del marchese Lodovico Gonzaga, nel 1458 circa  avrebbe rivolto al suo signore affinché facesse uscire “dalla schiera degli ignoranti” il primogenito Federico, secondo lui non abbastanza dedito agli studi.

Se Bandettini fosse stato cortigiano del Gonzaga e allievo del Filelfo, questi non avrebbe avuto il destro per pronunciare simili parole e quindi, non avremmo potuto citare l’aneddoto.
Si resta sbalorditi, leggendo il brano, di quanto l’intensità del racconto e lo spirito che lo conduce, si sublimi rapidamente in splendida poesia.
Si resta sbalorditi pensando che, un uomo di scienza, un medico, aduso per necessità di lavoro alla quotidiana frequentazione di quanto più materiale ci possa essere nella vita dell’uomo, la malattia e la morte,  possa così prepotentemente rivelare una sensibilità ed una umanità così profonda.
Ciò non ci stupisce conoscendo l’Autore. 
Il racconto, verosimilmente tratto da una personale e frequente osservazione della scultura pone numerosi, gravi e spesso insoluti interrogativi che sono insiti nell’animo dell’uomo.

Leggi tutto...
 
Adriano Tagliaferri: L'aquila e l'ospitalità di Antonietta Pistoia E-mail

Ci sono circostanze o eventi di cui non si vorrebbe mai parlare o ricordare. Altre volte invece, sono proprio questi eventi, che prepotentemente evocati si prestano a riflessioni che forse non avremmo mai fatto.
E’ il caso del sisma che ha colpito l’Abruzzo e la città dell’Aquila. Ai ricordi personali legati alla giovinezza si aggiungono quelli, molto più recenti, legati al IV Congresso della nostra Società, tenutosi appunto a l’Aquila nel 2004.
Quella fu una lieta occasione per conoscere più a fondo e apprezzare l’ospitalità la generosità e la bellezza di questa città, ma soprattutto di apprezzare l’umanità di Antonietta Pistoia in quel frangente padrona di casa, organizzatrice e anfitrione.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 10

Area regionale

Autenticazione soci



 


 

PAST CONGRESS

 

Syndication

feed-image Feed Entries